Edificio via Cellini

Veduta RodariScuola dell'infanzia Rodari
Via Cellini 5  Tel. 0571.542149

Ospita 8 sezioni, due spazi mensa, aule per il riposo.
 
Organizzazione didattica

L'edificio è stato recentemente ampliato con una nuova  ala, edificata secondo i criteri della bioedilizia

L’edificio della scuola è stato raddoppiato, (da 4 a 8 sezioni). L’ampliamento è stato ottenuto con un’appendice laterale all’edificio esistente per non togliere luce ed aria a nessun ambiente. L’intero edificio è stato ridisegnato e reso più funzionale alle attività, i bambini hanno a disposizione quattro nuove sezioni ciascuna dotata di un bagno oltre a un’area refettorio e uno spazio psicomotricità. 

La nuova ala. Il progetto segue le linee guida della tutela ambientale e della bioarchitettura. È stato previsto un grande atrio di ingresso, ma nello stesso tempo ogni nuova aula ha un accesso autonomo al giardino esterno.

Tutti gli ambienti sono orientati verso sud per sfruttare l’irraggiamento solare nei mesi invernali; mentre per proteggere gli stessi ambienti in estate, è stato costruito un ampio loggiato esterno  che grazie alla sua inclinazione offre una schermatura per i raggi solari nei mesi più torridi, evitando il surriscaldamento degli ambienti interni.

Scuola Rodari

Il risparmio energetico è garantito attraverso un sistema integrato che sfrutta la domotica: le stanze sono state disposte in modo da essere illuminate dai raggi solari e quando questo non è possibile le luci artificiali intervengono gradualmente. Il riscaldamento avviene a bassa temperatura con pannelli radianti sotto il pavimento e l’acqua a fini sanitari è scaldata da pannelli solari posti sulla copertura.

È previsto anche un sistema di riutilizzo dell’acqua piovana che viene convogliata in un unico serbatoio e poi utilizzata per i servizi igienici; mentre l’acqua proveniente dagli scarichi sarà utilizzata per uso irriguo, dopo essere stata depurata attraverso un impianto di fitodepurazione.

La scuola è inoltre dotata di un sistema di ricambio d’aria che funziona mediante l’utilizzo di canali geotermici. In pratica l’aria esterna viene raccolta attraverso un camino posto nel giardino a nord e convogliata in tubazioni interrate ad una profondità di circa due metri, dove la temperatura rimane costante in estate e inverno intorno ai 14 C°.  Quindi in estate l’aria si raffresca, mentre in inverno si riscalda. Nel periodo invernale, non essendo il terreno da solo capace di riscaldare tutta l’aria necessaria ad una temperatura accettabile per essere immessa negli ambienti, una volta entrata nell’edificio l’aria viene convogliata in un recuperatore di calore.

Scuola Rodari

Questo dispositivo non è altro che uno scambiatore termico, capace di far incrociare i flussi dell’aria in uscita prelevata dagli ambienti interni con quelli in entrata dall’esterno, consentendo di sfruttare il calore degli ambienti interni per riscaldare l’aria proveniente dall’esterno, prima di immetterla nei locali.

 “I materiali usati per la realizzazione della nuova struttura sono per la maggior parte bio compatibili, cioè costituiti da elementi naturali, che una volta esaurita la loro funzione, possono essere smaltiti senza problemi andandosi a reinserire nel ciclo vitale. Dove non è stato possibile, sono stati impiegati materiali eco compatibili, vale a dire in ogni caso non nocivi per le persone e per l’ambiente e che comunque nel loro ciclo di produzione non comportano emissioni dannose ” spiega l’architetto Antonino Gandolfo.

Vai alla Galleria fotografica

 

Link utili

Link al sito del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della RicercaLink sito Ufficio Scolastico Regione Toscana INDIRE - Istituto Nazionale per la valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e FormazioneINVALSI - Istituto Nazionale per la valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e Formazione

 Comune Montelupo FiorentinoFacebook Comune Montelupo Fiorentino pon