POF

CURRICOLO E VALUTAZIONE

Obiettivi prioritari della progettazione (Collegio Docenti e Consiglio Istituto)

  • Inclusione, pari opportunità di apprendimento e prevenzione del disagio scolastico
  • innovazione didattica e metodologica, anche attraverso l’uso delle tecnologie
  • valorizzazione e potenziamento delle capacità espressive

Curricolo

Per ciascuna disciplina il curricolo indica i traguardi da raggiungere, tra cui quelli per il passaggio da una classe alla successiva, i contenuti condivisi, le metodologie, le modalità della valutazione e le modalità di organizzazione dell’ambiente di insegnamento-apprendimento. E’ in corso di elaborazione un curricolo verticale organizzato per bienni.

Flessibilità didattica e organizzativa

Il curricolo favorisce elementi di modularità e flessibilità attraverso l’attuazione di specifici progetti, laboratori, attività.

Assegna un monte ore annuale ai relativi insegnamenti

  • al curricolo nazionale 85%
  • al curricolo locale fino al 15% per:
    • personalizzazione degli interventi/contrasto del disagio scolastico
    • processi di partecipazione, cittadinanza attiva e valorizzazione patrimonio ambientale e culturale
    • innovazione didattico metodologica e sperimentazioni
    • valorizzazione dell'espressività

Obiettivi generali  del processo formativo e di apprendimento

  • utilizzare le risorse culturali, ambientali, strumentali offerte dal territorio
  • promuovere la competenza comunicativa utilizzando i diversi linguaggi
  • favorire lo sviluppo della capacità di pensiero riflessivo e critico
  • potenziare la creatività psicologica: linguaggio, pensiero, affettività, motricità, percezione
  • potenziare la creatività cognitiva: ipotesi, intuizione, progetti, processo di ricerca
  • favorire la conoscenza di sé e delle proprie attitudini
  • acquisire la consapevolezza del proprio corpo e delle sue potenzialità
  • sviluppare le capacità cognitive: simbolizzazione, classificazione, seriazione, quantificazione, generalizzazione, astrazione, intuizione di relazioni
  • utilizzare tutti i canali della comunicazione
  • interrogare criticamente i vari aspetto della realtà:
  • decodificare ed interpretare criticamente l’ambiente (osservare, ipotizzare,intuire, immaginare, dedurre, verificare)
  • confrontare punti di vista diversi per acquisire una autonoma capacità di giudizio
  • agire nell’ambiente in modo creativo

Valutazione

La valutazione tiene globalmente conto di:

  • prestazioni dell’allievo
  • processi di apprendimento in evoluzione
  • impegno dimostrato
  • capacità di collaborazione

Pertanto il voto espresso nelle varie discipline o aree disciplinari non rappresenta solo  il risultato della media aritmetica delle votazioni riportate nelle prove di verifica, ma tiene conto delle osservazioni periodiche sui processi di maturazione e di apprendimento. La scala di valutazione concordata nella scuola primaria ha come valore minimo il 5 e come valore massimo il 10, ad eccezione della classe prima per cui il valore minimo è il 6. Nella scuola secondaria, il valore minimo è il 4 e quello massimo il 10.Nelle procedure per la valutazione i docenti fanno riferimento a strumenti, criteri e linee guida condivisi sia a livello di ciascun grado scolastico, sia a livello di Collegio dei docenti unitario.

Indicatori trasversali

  • Conoscenza dei termini.
  • Conoscenza del fatto o dei fatti
  • Conoscenza di regole e principi
  • Capacità di effettuare trasformazioni ed adattamenti
  • Capacità di effettuare applicazioni generalizzate
  • Capacità di riferire fatti ed esperienze
  • Capacità di rielaborare in modo autonomo le conoscenze acquisite

Metodologie

Dal punto di vista metodologico, gli aspetti caratterizzanti del curricolo sono:

scuola dell’infanzia: didattica attraverso il gioco e le esperienze sensoriali 

scuola primaria e secondaria:

  • personalizzazione degli interventi
  • momenti di lavoro di gruppo, cooperazione tra pari, cooperative learning
  • momenti di laboratorio
  • uso delle Tecnologie informatiche e della Comunicazione
  • sperimentazione metodologico didattica (flipped classroom, uso e creazione di testi digitali…)